Dettaglio articolo

Informazioni e curiosità da conoscere

Curare il vaginismo con la fisioterapia del pavimento pelvico… ho risolto così il problema più importante della mia vita!

Dott.ssa Arianna Bortolami 19/02/2013 0 comments 0

pelvicfloor-tipo-articoli-testimonianzeSono una donna di 33 anni e fino a pochi mesi fa avevo un grossissimo e gravissimo problema che mi assillava ormai notte e giorno: non riuscivo ad avere rapporti sessuali. Avevo avuto tre partner e con tutti e tre avevo fatto alcuni tentativi, ma il risultato era stato praticamente sempre lo stesso. Percepivo un importante bruciore quando il partner tentava la penetrazione e inoltre sentivo un’ impossibilità, come un muro invalicabile.
Anche i miei partners mi hanno sempre riferito la stessa sensazione: “E’ come se ci fosse un muro!”. Uno di loro è stato particolarmente paziente, ma a nulla è valso, né i tentativi che abbiamo fatto insieme.

Mi era ripetutamente stato detto di rilassarmi durante il rapporto, e io cercavo di farlo, ma sentivo che quella parte non rispondeva ai comandi che tentavo di dare; poi casualmente attraverso una rivista, ho scoperto che la mia condizione aveva un nome… si chiama “vaginismo”. Questa è una condizione riconosciuta scientificamente, e finalmente sapevo che era riconosciuto che ciò che mi capitanava durante i rapporti non dipendeva interamente dalla mia volontà. Aver letto quelle poche righe mi ha molto sollevato e mi ha fatto sentire meno in colpa, sentimento che mi opprimeva dopo i vari tentativi di rapporto. In quelle righe c’era anche scritto che una delle possibili soluzioni in un caso come il mio poteva essere la fisioterapia e riabilitazione del pavimento pelvico; e così attraverso una ricerca in Internet sono riuscita a trovare una professionista che si dedicava specificatamente di questo ambito.

La terapia è durata alcuni mesi; all’inizio ho avuto molta speranza di poter risolvere il mio problema e la terapia è stata finalmente la luce, una luce in quel tunnel buio che era diventata la mia vita. Nei mesi successivi il mio umore è stato altalenante, dato che i progressi non erano costanti, ma la fisioterapista mi spiegava che non sempre l’andamento del percorso poteva essere sempre in costante miglioramento. Essere perseveranti per tutti questi mesi è stato in alcuni momenti entusiasmante, e in altri momenti faticoso, ma ora che il mio percorso è praticamente finito sono molto soddisfatta di quello che sono riuscita a fare.

Ora non ho ancora un partner, ma, a differenza di prima, sento di poter affrontare il momento della sessualità, e particolarmente della penetrazione, con molta più tranquillità e serenità rispetto a prima. Ora conosco molto di più il mio corpo e questa è una condizione per me fondamentale per poter continuare a vivere serenamente alla ricerca di un partner adeguato.

Newsletter

Compila i campi per iscriverti alla nostra Newsletter e rimanere sempre aggiornato su tutte le novità di Pelvic Floor.







Scegli la lista d'appartenenza:


Iscrivendoti alla newsletter dichiari di aver letto e accettato le condizioni della Privacy Policy del sito.

Per info e prenotazioni